A Mosca si è tenuto il seminario “La cooperazione italo-russa per lo sviluppo di un’economia verde e innovativa”

10 febbraio 2022, Mosca. Oggi si è tenuto il III business-seminario “La cooperazione italo-russa per lo sviluppo di un’economia verde e innovativa”.

È stato organizzato dalla Banca Intesa e dalla Camera di Commercio (CCI) della Federazione Russa. L’evento si è svolto con il sostegno della Fondazione Roscongress, dell’Associazione Conoscere Eurasia, del Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo, dell’Associazione del business europeo, dell'Associazione degli imprenditori italiani in Russia GIM Unimpresa, della Camera di Commercio Italo-Russa, dell’Associazione dei produttori farmaceutici internazionali.

Ai presenti si sono rivolti il Presidente della Camera di Commercio della Federazione Russa Sergey Katyrin, la Direttore generale del Centro di esportazioni russo Veronica Nikishina, l'Ambasciatore d’Italia in Russia Giorgio Starace, il Vice Ministro dello sviluppo economico della Federazione Russa Dmitry Volvach, il primo Vice Direttore generale delle Ferrovie Russe Vadim Mikhailov, il Direttore generale dell'Associazione del business europeo Tadzio Schilling, il Presidente della Camera di Commercio Italo-Russa Vincenzo Trani, il Presidente dell’Unione russa degli industriali e degli imprenditori Alexander Shokhin, il Presidente di Banca Intesa e dell’Associazione Conoscere Eurasia Antonio Fallico.

Nel corso dell’evento, a cui hanno partecipato i dirigenti di aziende, istituzioni finanziarie e associazioni imprenditoriali russe, italiane e internazionali, si sono svolte varie sessioni tematiche. Erano dedicate alla cooperazione industriale per la transizione energetica, al ruolo delle banche e degli istituti finanziari nello sviluppo economico e sociale sostenibile e all’aumento dell’attrattiva del mercato farmaceutico unico dell’UEEA sullo sfondo delle sfide moderne ai sistemi sanitari, in quanto obiettivo strategico dello Stato e delle imprese.

“È molto importante che il nostro seminario si sia svolto in presenza, come un anno fa, anche se la pandemia non si è ancora ritirata. Per un successo negli affari il contatto personale è estremamente importante. Negli ultimi mesi, le restrizioni sanitarie e amministrative sono diventate parte della vita quotidiana, gli imprenditori si sono adattati ed hanno imparato ad operare in queste condizioni. La crescita della cooperazione economica italo-russa e del volume degli scambi bilaterali lo conferma”, ha detto il Presidente di Banca Intesa e dell’Associazione Conoscere L'Eurasia, Antonio Fallico.

 

Verso l'alto